Non ha il biglietto, si rifiuta di scendere dall’autobus e aggredisce controllore: arrestato

Non ha il biglietto, si rifiuta di scendere dall’autobus e aggredisce controllore: arrestato

Si tratta di un 43enne di nazionalità nigeriana accusato di interruzione di pubblico seria

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Brindisi a conclusione degli accertamenti, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato di violenza privata e interruzione di pubblico servizio, AYENI Charles 43enne di nazionalità nigeriana, residente a San Vito dei Normanni. Nello stesso contesto operativo hanno deferito in stato di libertà per il medesimo reato due connazionali un 37enne e una 23enne, tutti regolari sul territorio nazionale con permesso di soggiorno per motivi umanitari. I predetti, nel pomeriggio, in San Vito dei Normanni su via Provinciale per Brindisi sono saliti su un pullman diretto nel capoluogo, pretendendo di viaggiare senza pagare il biglietto. Nella circostanza l’arrestato ha inveito violentemente contro l’autista, che stava tentando di riscuotere il prezzo della corsa, facendolo desistere e costringendolo a proseguire il viaggio. L’autista, poco prima di giungere al capolinea in Piazza Crispi di Brindisi, ha composto il numero 112 segnalando l’accaduto all’operatore della Centrale Operativa dei Carabinieri, che ha tempestivamente inviato sul luogo pattuglia per fermare i predetti ed effettuare i necessari accertamenti. Raccolta la denuncia dell’autista in relazione alla vicenda, sono emerse a carico del 43enne precise responsabilità e pertanto è stato tratto in arresto e gli accompagnatori deferiti in stato di libertà. Dopo l’espletamento delle formalità di rito è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Recentemente anche i Carabinieri di San Vito dei Normanni a conclusione degli accertamenti, hanno deferito in stato di libertà, per “interruzione di un servizio pubblico o di pubblica necessità”, 8 cittadini extracomunitari, 5 di origine nigeriana, 1 capoverdiano, 1 del Mali e 1 della Sierra Leone, domiciliati nel “Resort dei Normanni” di San Vito dei Normanni. Le 8 persone sprovviste di valido titolo di viaggio all’invito rivolto dal personale preposto al controllo, si sono rifiutate di scendere dall’autobus di linea della società S.T.P., tratta San Vito dei Normanni – Brindisi, turbando pertanto la regolarità del pubblico servizio di trasporto e provocando ritardo alla circolazione. Alla fine con l’intervento dei militari sono stati invitati a scendere dall’autobus. La problematica delle intemperanze da parte di alcuni cittadini sprovvisti di titolo di viaggio, nei riguardi del personale operante nell’ambito dei servizi di trasporto ferroviario e su gomma e di quello addetto al trasporto pubblico locale ingenera ogni tanto qualche preoccupazione.

Si tratta di azioni perpetrate da una serie di soggetti che oltre a non essere muniti del titolo di viaggio si abbandonano a comportamenti che a volte trascendono in episodi di maleducazione. Negli ultimi mesi 14 sono le persone denunciate dai Carabinieri del Comando Provinciale di Brindisi per il reato di interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di pubblica utilità. Queste sono state sorprese sugli autobus di linea della società S.T.P. nelle varie tratte che interessano i Comuni della provincia. In alcune circostanze queste persone oltre ad essere sprovviste del previsto titolo di viaggio, si sono rifiutate di scendere dagli autobus, nonché di fornire le proprie generalità, turbando pertanto la regolarità del pubblico servizio di trasporto oltre a provocare ritardi nella tabella di marcia, ecco perché è stato richiesto l’intervento dei Carabinieri.