Sequestrata Torre Regina Giovanna: stop a concerti ed eventi all’aperto

Sequestrata Torre Regina Giovanna: stop a concerti ed eventi all’aperto

Inchiesta della procura: la destinazione d’uso dell’area era di tipo agricolo

La struttura Torre Regina Giovanna, discoteca e parco eventi che ospita anche concerti in località Apani, nel Brindisino, è stata sequestrata, senza facoltà d’uso, dai vigili urbani su disposizione del procuratore aggiunto di Brindisi, Antonio Negro. E’ indagato il gestore della struttura che è stato nominato custode giudiziario.

Lottizzazione abusiva e irregolarità edilizie sono i reati ipotizzati nell’ambito dell’inchiesta su presunte violazioni di natura edilizia, ambientale e urbanistiche.

Secondo quanto ipotizzato dagli inquirenti, la destinazione d’uso dell’area, ampia circa 12mila metri quadri, era di tipo agricolo mentre su di essa sono state realizzate opere con finalità commerciali o turistico-ricettive. Inoltre sarebbero state riscontrate anche violazioni di tipo paesaggistico, poiché nell’area della struttura ricade la torre costiera Baccatani, un bene culturale vincolato.

Nei giorni scorsi la struttura era stata al centro di polemiche, oltre che di un contenzioso amministrativo relativo al parcheggio delle auto. Erano state mosse osservazioni, in sede amministrativa, sulle autorizzazioni agli aventi e sulla capienza del sito.