Scoperta officina meccanica abusiva: denunciato il proprietario

Scoperta officina meccanica abusiva: denunciato il proprietario

L’azienda era sconosciuta al Fisco. Rinvenuti anche rifiuti speciali pericolosi

Nei giorni scorsi, i militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Francavilla Fontana, nel quadro delle attività di controllo economico del territorio e dell’azione svolta a contrasto delle diverse forme di evasione, hanno individuato, nei pressi del centro cittadino di Latiano (Br), un’officina meccanica per la riparazione di autoveicoli completamente “abusiva” e totalmente sconosciuta al fisco.

I finanzieri, nel corso dell’accesso, hanno rinvenuto all’interno del locale attrezzature e strumentazioni tipiche dell’attività di riparazione nonché un soggetto intento a riparare due grosse macchine agricole.

I successivi riscontri effettuati hanno accertato che l’officina è risultata priva della prescritta iscrizione nel registro delle imprese degli esercenti l’attività di autoriparazione e dei titoli autorizzativi previsti per legge per l’esercizio dell’attività.

Inoltre, durante il controllo, i militari hanno rinvenuti rifiuti speciali pericolosi – batterie e olii esausti – conservati in violazione della normativa che disciplina lo smaltimento dei rifiuti.

Conseguentemente, sulla base degli elementi di prova acquisiti, le fiamme gialle hanno proceduto al sequestro dell’intero locale e dell’attrezzatura utilizzata nonché alla segnalazione del titolare dell’officina alla locale Procura della Repubblica per la violazione alle norme del Testo Unico Ambientale (D.Lgs 152/2006) in materia di mancato smaltimento dei rifiuti speciali.

Il servizio rientra nell’ambito del quotidiano impegno della Guardia di Finanza volto a contrastare le violazioni economiche e finanziarie, quali l’abusivismo commerciale, che ingenera una concorrenza sleale nei confronti degli imprenditori che agiscono in conformità alla vigente normativa fiscale e amministrativa.