Beffa a fil di sirena: Happy Casa sconfitta da Cantù 86-88

Beffa a fil di sirena: Happy Casa sconfitta da Cantù 86-88

Decide una tripla di Thomas. Biancoazzurri ultimi al giro di boa

Un finale al cardiopalma l’ascia l’amaro in bocca a Brindisi, quando ormai sembrava fatta per Brindisi, Thomas mette dentro la tripla impossibile della vittoria. Diversi i ribaltamenti di fronte negli ultimi istanti del match, Moore con due ingenuità, prima commette fallo su Cournooh, quando mancava poco più di un minuto alla fine, poi non si accorge di un passaggio verso di lui, con conseguente palla persa, ma per due volte riesce a farsi perdonare, prima mettendo dentro una tripla, poi recuperando un pallone quando ormai la partita sembrava persa e subendo un fallo antisportivo, ma non è bastato, Thomas ci ha messo del suo è ha regalato a Cantù i due punti. L’MVP della partita però è senza ombra di dubbio da assegnare a Burns, incontenibile per la difesa di Brindisi, in diverse occasioni gli è riuscito il gioco da tre punti, due punti più fallo subito, la vittoria di Cantù è sicuramente merito suo.

Primo quarto: Inizio con Cantù leggermente più in palla, una tripla di Chappell e due punti facili di Burns, dall’altra Brindisi cerca Lallanne con insistenza, che sotto canestro non perdona e Suggs lasciato troppo solo mette dentro due punti facili, 8-10 4’. Equilibrio in campo, con giocate veloci da entrambi le parti del campo, Smith serve bene sotto canestro Suggs, azione corale dei pugliesi, culminata con una schiacciata di Lalanne, una tripla e un facile appoggio a canestro di Thomas smorza gli animi dei tifosi, 18-16 8’30”. Tepic in entrate appoggia sul tabellone, nell’ultima azione palla recuperata da Oleka, che però appoggia male su Giuri, 22-20.

Secondo quarto: Errori da tutte e due le parti del capo, Oleka in particolare evidenza (negativa) per Brindisi, una schiacciata sbagliata, un fallo ingenuo e una ricezione sbagliata, 24-24 12’10”, timeout Vitucci. Donzelli entrato da poco ha già all’attivo tre stoppate, la terza viziata però da un fallo, ritenuto dubbio dai tifosi, Dopo un tiro libero messo a segno da Chappell e una tripla di Thomas 24-28 13’30”. Qualche contestazione di troppo dei tifosi di Brindisi, Cantù sbaglia poco, la Happy Casa cerca di tenere il passo, Suggs si intestardisce e sbaglia un tiro ad alto quoziente di difficoltà, Burns ben servito appoggia a canestro 30-37, 17’. Una tripla di Moore riavvicina i padroni di casa, Tepic in entrata e poi da solo in transizione, due tiri liberi di Thomas, dopo un altro fallo contestato dai tifosi, nell’ultima azione palla per Brindisi, ma con solo 5 secondi Tepic tira da metà campo e sbaglia, 39-41.

Terzo quarto: La partita è combattuta, Tepic serve intelligentemente Smith che schiaccia, Thomas sbaglia da tre, sempre Smith si fa sentire sotto canestro e appoggia facile, Thomas non sbaglia la tripla questa volta, tiri veloci da una parte e dall’altra 47-48 6’40”. Animi caldi sugli spalti, Burns dalla lunetta mette dentro tutti e due i tiri liberi, dall’altra parte, Moore serve sotto canestro Mesicek che non perdona, 54-54 27’30”. Tepic sbaglia da tre punti, ultima tiro in mano a Cantù che mette dentro due punti fortunosi con Crosariol, 56-61.

Quarto quarto: Con gli animi sempre roventi sugli spalti, il match scorre sullo stesso binario, la partita è combattuta, dopo una palla persa di Culpepper in avanti e un fallo tecnico subito a causa delle proteste, tiro libero segnato da Mesicek, che subisce in entrata il quinto fallo di Crosariol, e mette dentro tutti e due i tiri liberi, 65-63 33’30”. Palla persa di Brindisi, il solito Burns in contropiede mette dentro due facili punti, 67-73, timeout Vitucci, 35’20”. I pugliesi cercano di rimanere agganciati a Cantù che segna con un arresto e tiro con Culpepper, Lalanne due su due dalla lunetta 73-75 37’20”. Moore ingenuamente commette fallo sul tiro da tre di Cournooh che mette dentro tutti e tre i tiri, 77-83 timeout Vitucci, 38’20”. Moore si fa subito perdonare e segna una tripla, ma perde palla ingenuamente, 80-85 un minuto al termine. Cantù sbaglia, Lalanna segna da sotto canestro, 82-85. Lalanne segna il meno 1, rimessa sbagliata di Cantù e Culpepper commette un ingenuo fallo, Moore mette dentro i due tiri liberi, 86-85, timeout Cantù, ci sono ancora poco più di 4 secondi da giocare, partita al cardiopalma, non adatta a chi soffre di cuore. Ultimo tiro di Cantù che segna un tiro impossibile da tre punti, 86-88, solo 1 secondo e 25 centesimi da giocare, ma i timeout a disposizione di Viticci sono terminati, si rimette dalla difesa, Smith sbaglia e Brindisi perde 86-88.

HAPPY CASA BRINDISI – RED OCTOBER CANTU’ 86-88

Parziali: 22-20,39-41, 56-61

HAPPY CASA: Mesicek 10, Suggs 8, Tepic 12, Lalanne 22, Giuri, Moore 17, Smith 17, Donzelli, Oleka, Canavesi ne, Sirakov ne, Di Maggio ne. All.: Vitucci.
RED OCTOBER: Smith 2, Culpepper 18, Cournooh 11, Parrillo, Crosariol 10, Raucci, Chappell 6, Burns 24, Thomas 17, Tassone ne. All.: Sodini.