Sequestrato centro di produzione di marijuana: un arresto e due denunce

Sequestrato centro di produzione di marijuana: un arresto e due denunce

Blitz dei carabinieri: rinvenuti circa 60 kili per un valore stimato di 650 mila euro

Blitz dei carabinieri dei Nucleo operativo radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni nelle campagne nei dintorni della cittadina, dove è stato localizzata e sequestrata una piantagione di Cannabis indica che alimentava un rudimentale laboratorio di produzione di marijuana.

La persona coinvolta, il 44enne Salvatore Cavaliere, è stato arrestato in flagranza di reato e assegnato alla detenzione domiciliare in attesa dell’udienza di convalida davanti al giudice delle indagini preliminari, mentre sono state deferito a piede libero la moglie 36enne e la suocera di 64 anni.

L’operazione di servizio dei militari del Norm di San Vito è stata condotta con l’impiego dei cani antidroga della Squadra cinofila della Guardia di Finanza di Brindisi. Nel terreno attiguo all’abitazione rurale c’era la piantagione di canapa indiana: circa 400 piante, alte già un metro e 40, irrigate da un apposito impianto, per un peso complessivo di cinque quintali. Il resto della “filiera produttiva” della marijuana si svolgeva invece in casa.

Qui c’era un locale utilizzato come laboratorio per la essicazione essiccazione e la lavorazione della Cannabis, servito da un impianto rudimentale di deumidificazione. I carabinieri hanno trovato, oltre alle attrezzature, uno stock di infiorescenze per un totale di 59,7 chili, per un valore stimato di 650.000 euro. Tutto, previa estirpazione delle piante ancora a dimora, è stato sottoposto a sequestro.