Migrante di 28 anni ucciso da auto pirata: arrestato 35enne

Migrante di 28 anni ucciso da auto pirata: arrestato 35enne

L’automobilista si è consegnato ai Carabinieri dopo non essersi fermato a prestare soccorso

Ha investito un migrante che percorreva a piedi una provinciale del brindisino e ha tirato dritto senza soccorrere la vittima. Linvestitore si è consegnato qualche ora dopo ai carabinieri. Per la vittima, invece, non c’è stato nulla da fare: il 28enne è morto qualche ora dopo essere stato trasferito all’ospedale Perrino di Brindisi grazie alla chiamata di alcuni passanti che hanno visto il corpo esanime sulla provinciale che collega Torre Santa Susanna a Erchie.

L’investitore, R.F., di 35 anni, è detenuto ai domiciliari su disposizione del pubblico ministero Pierpaolo Montinaro: le analisi lo hanno trovato positivo all’alcol test, seppure i valori riscontrati superassero di poco la soglia stabilita dalla legge. La tragedia è avvenuta intorno alla mezzanotte. Il migrante stava probabilmente rientrando nella comunità di Erchie che lo ospitava. L’uomo è stato investito nei pressi dell’Eurospin, alla periferia della cittadina nell’entroterra di Brindisi.

Nessuno ha visto l’auto dell’investitore travolgere il migrante. I passanti che hanno tentato di prestargli soccorso hanno raccontato di avere visto il corpo sul ciglio della strada e di avere chiamato il 118. “Non l’ho visto”, ha confessato il 35enne ai militari quando si è presentato spontaneamente in caserma. L’accusa formulata dalla Procura a carico dell’automobilista è di omicidio stradale.